La bella trappola

Mi dispiace non averlo aperto prima, il blog. Adesso faccio davvero fatica a rimettere ordine tra tutte le idee che ho avuto, i siti che ho visitato, i libri o i film che mi hanno consigliato negli ultimi due mesi. Maledetta abitudine di non prendere appunti. In ogni caso parlarne in giro è stata la scelta che ha scatenato la ridda di ipotesi e voci, ed è stata una buona scelta. In genere i miei grandi colpi di testa li tengo per me (e spesso infatti rimangono lì, in testa; come quello del porcellino d’India e lo sturalavandini, brutta storia): stavolta invece ho cominciato subito a confrontarmi con amici e parenti, sintomo che forse a questa storia di me che cammino fin lassù voglio proprio crederci. Più persone ne metto al corrente più l’idea diventa concreta; dopo l’iniziale stupore (o insulto)  tutti han comunque qualcosa da dire: si comincia a discutere , in maniera più o meno incoraggiante, di tempi, soldi, clima, alloggio, cibo. Come di una cosa, come dire… vera. E inoltre funziona involontariamente come trappola per l’orgoglio: troppa gente coinvolta, ormai devo farlo anche per questo. Insomma, fra i sostegni incondizionati e le bocciature inappellabili la questione ha già preso corpo: sta lì, si guarda intorno, tranquilla. Mi ci posso confrontare. Ha pure un blog adesso, e mi tocca ricordare come si scrive.

Per le scorse due settimane ho dovuto sospendere i preparativi a causa della meravigliosa giostra di es.terni, ora posso riprendere e il tempo mi sembra pochissimo (tra l’altro se trovate per strada un settembre, ridatemelo, l’ho perso). Prossime mosse: trovare qualcuno a corto di contenuti, giornale rivista o trasmissione radio, interessato alla mia avventura e disposto a darmi una poco di visibilità ch’io possa poi offrire ad uno sponsor tecnico; mi serviranno accessori e abbigliamento di buona qualità per affrontare un bagnato inverno in strada ed è tutta roba che costa parecchio. Poi: le scarpe. Per queste invece non posso più aspettare, mi servono da subito per gli allenamenti e per abituarle al piede, devo rapidamente decidermi sul modello e sul materiale. La rete non aiuta un geek come me: più navigo tra siti specializzati più vorrei comprarmi tutto il possibile. Sarebbe utile sapere cosa Sigerico pensasse dei prodotti Decathlon.

Advertisements

3 risposte a “La bella trappola

  1. Bentornato! Stavo quasi per cancellare il feed.
    Non so come aiutarti su nulla ma assito volentieri da bordo campo.

  2. ehi, ma perche’ questo post e’ riapparso in cima al mio reader targato 12 Ottobre 2010? Hai deciso di ripartire?

    Bello il blog circolare.

  3. Pingback: Paolo & la (sua) Francigena contromano | No Borders Magazine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...